Allcore SpA: il CdA approva i numeri consolidati e della capogruppo, sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisizione della maggioranza di gruppo Irec s.r.l., societa’ operante nel settore del recupero crediti

Valore della produzione oltre 41,1 milioni di Euro (+14,08%% rispetto al 2022) Ebitda di oltre 4 milioni di Euro (-10,49%% rispetto al 2022)
Proposta di distribuzione di un dividendo complessivo pari a 0,06 Euro per azione

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELLA CAPOGRUPPO ALLCORE S.P.A. AL 31 DICEMBRE 2023 RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2022

  • TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE: Euro 19,6 mln (+10,49% rispetto al 2022)
  • EBITDA: Euro 3,76 mln (+127,25% rispetto al 2022)
  • EBIT: Euro 3,09 mln (+148,39% rispetto al 2022)
  • UTILE D’ESERCIZIO: 2,22 mln (+49,29% rispetto al 2022)
  • PATRIMONIO NETTO: 16,53 mln (+3,19% rispetto al 2022)
  • POSIZIONE FINANZIARIA NETTA: cassa attiva per Euro 3,17 mln (rispetto ad Euro 6,99 mln del 2022)

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2023 RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2022

  • TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE: Euro 41,1 mln (+14,08%% rispetto al 2022)
  • EBITDA: Euro 4,00 mln (-10,49% rispetto al 2022)
  • EBIT: Euro 2,45 mln (-27,46% rispetto al 2022)
  • UTILE: Euro 1,5 mln (-42,33% rispetto al 2022)
  • PATRIMONIO NETTO: 23,42 mln (+6,79% rispetto al 2022)
  • POSIZIONE FINANZIARIA NETTA1: cassa attiva per Euro 6,35 mln (rispetto ad Euro 10,92 mln del 2022)

1 È calcolata in base agli orientamenti emessi dall’ESMA e riportati nel documento ESMA 32-382-1138 del 4 marzo 2021 (richiamo di attenzione Consob n. 5/21 alla Comunicazione Consob DEM/6064293 del 28 luglio 2006), come la somma della liquidità (comprensiva di mezzi equivalenti e delle altre attività finanziarie correnti), al netto dei debiti finanziari correnti e non correnti. Se positiva, indica una posizione di cassa.

Milano, 25 marzo 2024 – Allcore SpA (la Società), società a capo di un Gruppo attivo nell’ambito della consulenza aziendale rivolta alle PMI italiane, quotata sul mercato Euronext Growth Milan organizzato e gestito da Borsa Italiana, comunica che in data 25 marzo 2024 si è riunito il CdA per approvare il bilancio consolidato e il progetto di bilancio della capogruppo Allcore S.p.A. al 31 dicembre 2023, che vedono un importante crescita nei risultati conseguiti dalla capogruppo. Nella stessa sede, la Società comunica di aver sottoscritto in data odierna un contratto per l’acquisizione della maggioranza del capitale sociale della società Gruppo Irec s.r.l. (Gruppo Irec): Allcore effettuerà l’operazione in parte tramite acquisto quote e in parte mediante la sottoscrizione di un aumento di capitale sociale di Gruppo Irec, riservato ad Allcore s.p.a., a integrale liberazione del quale quest’ultima deterrà una partecipazione pari al 51% del capitale sociale di Gruppo Irec (l’Investimento o l’Operazione).

Gianluca Massini Rosati, presidente di Allcore SpA, ha commentato:

“Con l’approvazione di questo bilancio si chiude uno degli anni più difficili del nostro gruppo. Al fianco della grande crescita della divisione fiscale, che ha visto un incremento dell’EBITDA del +45%, dobbiamo infatti considerare anche le performance sottotono della business unit di finanza aziendale, Finera, penalizzata dall’incremento dei tassi d’interesse e dalle fluttuazioni del mercato finanziario, e di quella di consulenza strategica, Amyralia, penalizzata del mancato rinnovo del credito di imposta Formazione 4.0 e dal cambio del mix dei servizi offerti che ha comportato un allungamento dei tempi di erogazione e di conseguenza del conseguimento dei ricavi. Nonostante questo, possiamo comunque considerare il 2023 un esercizio positivo, infatti in un anno segnato da numerose sfide, tra cui instabilità geopolitica ed economica e specifiche difficoltà interne, il Gruppo Allcore ha dimostrato resilienza e capacità di adattamento, dedicando sforzi e risorse economiche anche al rafforzamento delle divisioni HR, IT, CED e CX, oltre che alla creazione del reparto partnership, ponendo le basi per un futuro promettente e con effetti positivi tangibili già nel 2024“.

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2023 RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2022

A livello di Gruppo il valore della produzione al 31 dicembre 2023 si attesta a 41,1 milioni di Euro, in crescita del 14,08% rispetto al dato al 31 dicembre 2022 pari a 36,1 milioni.
Il Margine di contribuzione si attesta a 9,4 milioni di Euro, in crescita del 4,44% rispetto a 9 milioni di Euro. L’EBITDA 2023 è pari a 4,00 milioni di Euro, in diminuzione del 10,49% rispetto all’esercizio 2022, mentre l’Ebitda Margin % sul valore della produzione è del 10%, in diminuzione rispetto al dato al 31 dicembre 2022 pari a 12%. Dati che risentono delle perdite conseguite nella divisione finance del gruppo, anche a seguito dell’incremento dei tassi d’interesse, e del cambio di modello di business della divisione consulenza strategica e formazione 4.0. , oltre che degli ingenti costi sostenuti per la creazione del reparto partnership e per il consolidamento dei reparti HR, IT, CED e CX, che produrranno effetti significativi già nel 2024.

L’EBIT di Gruppo al 31 dicembre 2023 è pari a 2,45 milioni di Euro ed in diminuzione del 27,46% rispetto all’esercizio 2022.
L’Utile Netto è pari a 1,5 milioni di Euro è in diminuzione del 42,33% al dato del 2022 pari a 2,6 milioni di euro.
La posizione finanziaria netta consolidata è pari a 6,35 mln (rispetto ad Euro 10,92 mln del 2022).

La variazione della PFN è influenzata dai predetti investimenti nelle immobilizzazioni dettagliati nel capitolo “investimenti effettuati”, dalla distribuzione del dividendo pari a Euro 1.470.265 deliberato dall’assemblea del 28 aprile 2023 e dal pagamento delle premialità monetarie disciplinate dal Piano di Incentivazione, approvato in assemblea il 29 giugno 2022.

Il capitale circolante netto mostra un incremento significativo ma derivante integralmente dagli investimenti in immobilizzazioni destinate alla rivendita pari a Euro 2.496.306, al netto del quale risulta in linea con il dato al 31 dicembre 2022. Le attività immobilizzate destinate alla vendita sono composte da immobili per Euro 792.995 di proprietà della QRE3 e per Euro 1.703.311 di proprietà della Re Business.

La BU Pianificazione Fiscale e Gestione contabile, conferma la crescita costante grazie all’ottimo livello di efficientamento raggiunto dei costi di acquisizione della clientela, attraverso le sinergie sviluppate tra il Marketing e il reparto Commerciale e al nuovo modello organizzativo del servizio di gestione contabile, che ha permesso la crescita dei volumi e la stabilizzazione del parco clienti in essere. Unitamente ad un incremento della formazione

specializzata dei Tax Advisor, una maggiore capacità di offrire soluzioni volte a soddisfare i bisogni della clientela nuova e ricorrente ha generato un forte incremento del Valore della Produzione che al 31 dicembre 2023 raggiunge i 33,1 milioni di Euro contro un valore al 31 dicembre 2022 pari a 27,3 milioni di euro. L’effetto delle azioni intraprese ha comportato un incremento della marginalità. L’EBITDA al 31 dicembre 2023 è pari a 4,5 milioni di Euro contro un valore al 31 dicembre 2022 pari a 3,1 milioni di Euro.

Oltre a quanto descritto, l’incremento è stato significativamente supportato dal canale partnership, avviato operativamente nel 2023 il quale ha generato un volume di affari pari a Euro 1,3 milioni per i servizi in upfront

Un ulteriore contributo alla crescita della BU Pianificazione Fiscale e Gestione contabile è stato apportato dalla divisione Crypt&Co., che al 31 dicembre 2023 ha maturato un Valore della Produzione pari a 565 Euro migliaia, in crescita del 146% (al 31 dicembre 2022 pari a 230 Euro migliaia), attestandosi tra i principali brand di consulenza fiscale e legale in ambito di cripto-attività.

La BU finanza agevolata e mediazione creditizia ha maturato un Valore della Produzione pari a 2,9 milioni di Euro al 31 dicembre 2023 contro i 2,6 milioni rilevati al 31 dicembre 2022. L’effetto di tale andamento è determinato dalla stagionalità dei servizi, fortemente influenzati dall’andamento dei tassi d’interesse e dei mercati dei capitali rispetto alle condizioni presenti nel precedente esercizio. Anche l’EBITDA ha subito una contrazione rispetto al dato del 31 dicembre 2022 pari a 482 Euro migliaia. Da sottolineare che a fronte dei segnali di ripresa presenti nel terzo trimestre 2023, dove la BU era tornata in linea con le performance di budget, il quarto trimestre ha visto una nuova frenata dovuta all’allungamento dei tempi di erogazione dei servizi di finanza straordinaria ed al conseguente spostamento delle success fees.

Il valore della produzione della BU spazi e membership, al 31 dicembre 2023 è pari Euro 2,7 milioni Euro e mostra una crescita del 92% rispetto al dato al 31 dicembre 2022 (pari a Euro 1,4 milioni). Anche l’EBITDA al 31 dicembre 2023, pari a 375 Euro migliaia, evidenzia un forte incremento, rispetto al segno negativo presente al 31 dicembre 2022 (pari a -177 Euro migliaia). La BU ha un ruolo primario nell’ecosistema del Gruppo in quanto è in grado di generare opportunità di cross-selling per tutte le società del Gruppo attraverso il club di imprenditori, e contribuisce a migliorare la qualità di conversione dei lead attraverso la fruizione degli spazi business center. Inoltre, attraverso le attività di promozione di investimenti immobiliari per gli imprenditori appartenenti al Club Quantico, tramite le controllate QRE2 S.r.l. e QRE3 S.r.l., ha maturato la sua significativa performance: al 31 dicembre 2023 la QRE2 S.r.l. ha già smobilizzato tutte le attività immobiliari detenute conseguendo, nell’arco temporale che va dall’aumento di capitale fino al 31 dicembre 2023, un primo margine (reddito operativo al netto delle management fees) sull’equity versata pari al 31,5%, un ROI pari al 21,4% circa e un ROE pari al 18%. Per quanto riguarda la QRE3, a marzo 2024 ha venduto il 63% delle attività immobiliari. Il completamento delle operazioni di vendita dovrebbe concludersi entro il 2024 con un ROI previsionale intorno al 20%.

L’andamento della BU Consulenza Strategica, Formazione e Ricerca e selezione del personale è stato influenzato dal mancato rinnovo da parte del Governo del credito di imposta Formazione 4.0 che rappresentava l’80% dei ricavi dalla BU nel 2022. Questo ha inoltre comportato un cambiamento nel mix di servizi forniti con allungamento dei tempi di erogazione e di conseguenza della revenue recognition. Il Valore della Produzione al 31 dicembre 2023 è pari a Euro 1,6 milioni mentre al 31 dicembre era pari a Euro 2,9 milioni. Tale effetto si è manifestato anche sull’EBITDA che al 31 dicembre 2023 è pari a -40 Euro migliaia (al 31 dicembre 2022 era pari a Euro 1,0 milioni). Di contro, analizzando il secondo semestre 2023 ha visto un significativo incremento delle performance facendo registrare un margine positivo pari a Euro 155 migliaia (Ebitda al 30 giugno 2023 pari a Euro -195 migliaia). Inoltre analizzando solamente il fatturato relativo alla consulenza, si evidenzia un significativo incremento in quanto, al 31 dicembre 2022, il fatturato della derivante dalla consulenza strategica era pari al 20%, mentre nel 2023 ha rappresentato la totalità dei ricavi e dunque, unitamente ad un portafoglio ordini (c.d. “backlog”) di servizi ancora da erogare, per circa 460 Euro migliaia, ed un maggior presidio del mercato di riferimento proiettano la BU ad una crescita nel 2024.

In merito alla BU Software, è stato fatto un importante investimento al fine di sviluppare i progetti inerenti l’Intelligenza artificiale (automazione contabilità): Datalake House (omogeneizzazione, salvaguardia e sicurezza dei dati aziendali), Cassetto fiscale 2.0 (Recupero doc. ed informazioni all’ interno del cassetto fiscale) e consolidare il progetto Yuxme. Il Valore della Produzione al 31 dicembre 2023 è pari a Euro 829 migliaia in decremento rispetto al 31 dicembre 2022, pari a Euro 1,2 milioni. Anche le marginalità hanno seguito lo stesso trend in quanto l’EBITDA al 31 dicembre 2023 è pari a -582 Euro migliaia mentre al 31 dicembre 2022 era pari a -392 Euro migliaia. Nonostante le ridotte marginalità la BU Software ha un ruolo centrale nell’ecosistema Allcore in quanto attraverso gli sviluppi “Soluzione Contabilità”, piattaforma di gestione documentale, fatturazione elettronica, e registrazione automatica dei documenti contabili di micro e piccole aziende, capace di fornire indici principali economici dell’andamento dell’azienda, analisi di bilancio e controllo di gestione, riesce ad efficientare il 33% dei costi dei contabili. Le ottime performance degli sviluppi effettuati, sono confermati dalla piattaforma Yuxme per le PMI che ha conseguito il 48% di registrazione automatica delle scritture contabili inerenti fatture di vendita, acquisto e corrispettivi con un margine di errore dello 0,61%, raggiungendo le prime 100 aziende totalmente automatizzate.

Di seguito sono riepilogato i principali investimenti effettuati dal Gruppo nell’esercizio 2023:

Gli incrementi dei costi di impianto ed ampliamento sono collegati principalmente alla costituzione della QRE3, agli oneri sostenuti per la modifica della ragione sociale della controllata Yuxme (già Xriba Italia S.r.l.) e Finera Mediazione (già Soluzione Funding S.r.l.) nel processo di rebranding, ai costi sostenuti per l’operazione di aumento di capitale sociale della controllata Soluzione Meeting necessario per fornire le risorse finanziarie per l’acquisto della partecipazione in Re Business.

Gli incrementi delle Concessioni, licenze, marchi e diritti simili sono riferiti principalmente all’acquisto, in data 09 maggio 2023, del marchio d’impresa “Small Business Growth”, riguardante l’attività di ottimizzazione dei processi e dei modelli organizzativi, per la crescita del business e la riduzione degli sprechi all’interno dei reparti aziendali. Le immobilizzazioni immateriali in corso accolgono principalmente alla quota residua dell’implementazione del nuovo ERP di Gruppo (“Odoo”) pari a Euro 626.950 il cui completamento è previsto alla fine di giugno 2024 ed i costi sostenuti dalla controllata Finera pari a Euro 226.278, per l’implementazione della piattaforma “affiliati” attraverso la quale avvocati, commercialisti e consulenti aziendali possono ricercare bandi di finanza agevolata per i loro clienti, adottando poi il back office e le competenze dei Finance Manager di Finera per l’erogazione del servizio.

Gli investimenti nelle altre immobilizzazioni accolgono principalmente gli investimenti effettuati per le aperture delle nuovi sedi di Roma, Bologna e Torino per Euro 1.529.212, il nuovo sito internet istituzionale Allcore per Euro 12.800, i costi per la piattaforma e brand Jacash e per l’implementazione del nuovo sistema di customer satisfaction management per Euro 47.532, i costi per il completamento del rebranding Yuxme per Euro 7.500, la riclassifica dei costi sostenuti per l’implementazione dell’ERP di Gruppo per la quota parte dei moduli entrati in funzione nell’esercizio (CRM e HR), i costi pari a Euro 514.801, degli sviluppi effettuati dalla controllata Yuxme per l’implementazione dell’App Mobile, Intelligenza artificiale (automazione contabilità), Datalake House (omogeneizzazione, salvaguardia e sicurezza dei dati aziendali) Cassetto fiscale 2.0, (Recupero doc. ed informazioni all’ interno del cassetto fiscale) ed i costi della piattaforma Finera, relativamente ai moduli già rilasciati nel 2023.

Per quanto la voce immobilizzazioni materiali:

  • Impianti e macchinari – si riferiscono principalmente all’installazione audio video multimediale e luci e all’impiantistica presso le nuove sedi di Roma, Bologna e Torino.
  • Altre Immobilizzazioni materiali – si riferiscono principalmente all’allestimento delle sedi di Milano, Roma, Bologna e Torino (uffici, sale meeting e sale webinar) sostenuti da Allcore a dalla controllata Soluzione Meeting.

Le immobilizzazioni immateriali in corso accolgono principalmente alla quota residua dell’implementazione del nuovo ERP di Gruppo (“Odoo”) pari a Euro 626.950 il cui completamento è previsto alla fine di giugno 2024.
Gli investimenti nelle altre immobilizzazioni immateriali accolgono principalmente gli investimenti effettuati per le aperture delle nuove sedi di Roma, Bologna e Torino per Euro 1.529.212, il nuovo sito internet istituzionale Allcore per Euro 12.800 ed i costi per la piattaforma e brand Jacash e per l’implementazione del nuovo sistema di customer satisfaction management per Euro 47.532.

Gli investimenti effettuati in immobilizzazioni materiali riguardano principalmente:

  • Impianti e macchinari – si riferiscono principalmente all’installazione audio video multimediale e luci e all’impiantistica presso le nuove sedi di Roma, Bologna e Torino.
  • Altre Immobilizzazioni materiali – si riferiscono principalmente all’allestimento delle sedi di Milano, Roma, Bologna e Torino (uffici, sale meeting e sale webinar). In particolare per apparecchiatura elettronica di ufficio per Euro 91.525 e a materiale hardware IT per Euro 45.342

La variazione della PFN è influenzata dai predetti investimenti nelle immobilizzazioni dettagliati nel capitolo “investimenti effettuati”, dalla distribuzione del dividendo pari a Euro 1.470.265 deliberato dall’assemblea del 28 aprile 2023 e dal pagamento delle premialità monetarie disciplinate dal Piano di Incentivazione, approvato in assemblea il 29 giugno 2022.
Il capitale circolante netto mostra un incremento significativo ma derivante integralmente dagli investimenti in immobilizzazioni destinate alla rivendita pari a Euro 2.496.306, al netto del quale risulta in linea con il dato al 31 dicembre 2022. Le attività immobilizzate destinate alla vendita sono composte da immobili per Euro 792.995 di proprietà della QRE3 e per Euro 1.703.311 di proprietà della Re Business.

PROPOSTA DI DESTINAZIONE DELL’UTILE DI ESERCIZIO

Il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023 della capogruppo Allcore S.p.A. presenta un utile pari ad Euro 2.219.107, che il consiglio di amministrazione ha proposto che venga destinato come segue:

  • euro 254 a riserva legale;
  • euro 1.218.853 a riserva straordinaria;
  • massimali euro 1.000.000 a titolo di dividendi ordinari agli azionisti, attribuendo un dividendo unitario di euro 0,06 per azione, al netto di quelle detenute in portafoglio alla data di stacco della cedola (alla data odierna, tale numero è pari a 195.713 azioni), con stacco cedola il 28 ottobre 2024, record date il 29 ottobre e data di pagamento il 30 ottobre 2024.

FATTI DI RILIEVO AL 31 DICEMBRE 2023

In data 3 marzo 2023, il Financial Times in collaborazione con Statista, ha comunicato che Allcore S.p.A. si è posizionata al 568 posto in Europa nella classifica “FT 1000 — Europe’s Fastest Growing Companies 2023”.

Nell’ottica di veicolare meglio al mercato l’ambito operativo del Gruppo, la Società ha finalizzato il lavoro di rebranding che ha coinvolto tutte le società del Gruppo. Nel primo semestre 2023 la controllata Xriba Italia, è stata rinominata “Yuxme” e si è focalizzata in maniera prevalente sul mercato dei contribuenti sottoposti a regime forfettario, in quanto gli stessi, entro il 2023, dovranno dotarsi di un software contabile per l’emissione di fatture elettroniche. Sempre nello stesso periodo è stato inoltre ultimato il rebranding della business unit del gruppo che si occupa dello sviluppo e della gestione dei Business Center, “Estensya”, detenuto da Soluzione Meeting.

In data 15 novembre 2023, l’assemblea straordinaria di Soluzione Funding S.r.l. ha deliberato di variare la ragione sociale in Finera Mediazione S.r.l..

La controllata Soluzione Meeting, che si occupa di “gestione spazi e community membership” ha aperto 3 nuove sedi in Roma, Bologna e Torino aggiungendo oltre 2.000mq di uffici e sale riunioni alla sua gestione caratteristica.

La controllata Finera ha rilasciato la piattaforma “MyFinera” (my.finera.it) attraverso la quale avvocati, commercialisti e consulenti aziendali possono ricercare bandi di finanza agevolata per i loro clienti, adottando poi il back office e le competenze dei Finance Manager di Finera per l’erogazione del servizio. Inoltre Finera ha iniziato anche la creazione della sua rete fisica di collaboratori sul territorio inserendo i primi 5 PMI Manager.

La controllata Amyralia ha ottenuto l’iscrizione alla sezione IV dell’Albo Informatico delle Agenzie del Lavoro R.0000044.28/04/2023 per poter svolgere attivamente ricerca e selezione del personale ed è stata ospite al Family Business Forum organizzato da Confindustria Padova posizionando il suo brand tra nomi quali Banca Intesa, Bper, KPMG, Simest e CDP.

La divisione fiscale ha condotto un tour di presentazione in 11 città italiane: Cagliari, Torino, Milano, Padova, Ancona, Catania, Roma, Bari, Bologna, Parma e Brescia attraendo un pubblico pagante di oltre 1.700 imprenditori e professionisti, in target per acquistare i servizi offerti dalla società.

Il gruppo ha avviato proficuamente rapporti di partnership con associazioni di imprenditori, reti di imprese, network di professionisti e consulenti tra cui Assimprenditori, Business Partner For You, Confimi, CDO Milano, Laborability We Legal, TMC Advisors. La partecipazione a eventi formativi per PMI e le strategie definite con i Partner hanno permesso al Gruppo di entrare in contatto con 900 nuovi imprenditori interessati ai servizi di consulenza del Gruppo Allcore.

Il consolidarsi dei rapporti di partnership, hanno permesso l’organizzazione di eventi formativi dedicati agli imprenditori. Grande risalto ha avuto l’intervento del Presidente in H Farm, il più importante luogo in Italia di diffusione della cultura dell’innovazione digitale, davanti a 250 imprenditori. Nell’ultima parte del 2023 inoltre è stata avviata una partnership con Fideuram con l’obiettivo di formare la rete dei private banker e generare valore sulla loro clientela corporate.

La piattaforma Yuxme per le PMI ha conseguito il 48% di registrazione automatica delle scritture contabili inerenti fatture di vendita, acquisto e corrispettivi, con un margine di errore dello 0,61%, raggiungendo le prime 100 aziende totalmente automatizzate.

Il Gruppo ha concluso con successo la raccolta di capitali all’interno del suo membership club, Quantico Business, pari a circa Euro 2 ml, per finanziare le controllate QRE2 e QRE3, con le quali ha acquistato due proprietà immobiliari per la ristrutturazione di appartamenti, box e posti auto. Nel 2023 la QRE2 S.r.l. ha già smobilizzato tutte le attività immobiliari detenute maturando, nell’arco temporale che va dall’aumento di capitale fino al 31 dicembre 2023, un primo margine (reddito operativo al netto del management fee) sull’equity versata pari al 31,5%, un ROI pari al 21,4% circa e un ROE pari al 18%. La società è stata conseguentemente messa in liquidazione in data 17 gennaio 2024.

Allcore S.p.A., il 19 settembre 2023, ha lanciato la sua innovativa piattaforma di invoice trading: Jacash. Progettata appositamente per le PMI (S.r.l. o S.p.A.) con un fatturato annuo superiore a 500 mila euro, offre uno strumento per ottimizzare la gestione del capitale circolante e accelerare la crescita aziendale

A seguito dell’accordo vincolante sottoscritto in data 31 ottobre 2023, in data 14 dicembre 2023, a seguito dell’avveramento delle condizioni sospensive previste dall’accordo di investimento, è avvenuto il closing dell’operazione di investimento nella società Re Business S.r.l., ad esito della quale Soluzione Meeting S.r.l., società controllata da Allcore, è divenuta titolare di una partecipazione sociale di maggioranza, pari al 51,22% del capitale sociale di Re Business.

FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DEL PERIODO

La QRE2 dopo aver smobilizzato tutte le attività immobiliari, a gennaio 2024 è stata posta in liquidazione.
Per quanto riguarda la QRE3, a marzo 2024 ha venduto il 63% delle attività immobiliari. Il completamento delle operazioni di vendita dovrebbe concludersi entro il 2024 con un ROI previsionale intorno al 20%.
A seguito della conclusione dei lavori, in data 20 marzo 2024, la controllata RSM ha siglato un incarico di mediazione per vendita immobiliare di tutte le attività del compendio immobiliare, denominato “Villino Siracusa” sito in Roma, Via Siracusa n.4, composto da 7 appartamenti, 10 posti auto ed un box. Il valore di vendita stimato è superiore a 6,4 ml di Euro, con un ROI previsionale intorno al 40%.

PRIMI MESI DEL 2024

Allcore è particolarmente focalizzata sulla crescita del cross selling e sulla massimizzazione del life time value di ogni cliente; per questo è stato creato un ERP intelligente centralizzato e una serie di flussi di lavoro che, grazie al nuovo reparto di Customer Success, permettono di intercettare sul nascere tutte le esigenze del cliente acquisito da una delle legal entity del gruppo, e fare in modo che acquisti il maggior numero possibile di servizi dagli altri verticali. Con la medesima finalità la società sta portando avanti l’attività di M&A, selezionando aziende target complementari, in grado di integrare la sua offerta commerciale destinata al medesimo target di clientela. Per continuare a far crescere le linee interne, la società nel corso del 2023 ha strutturato un reparto partnership, che direttamente ed indirettamente, ha generato circa il 4% dei ricavi. Nel 2024, grazie alle collaborazioni instaurate, agli eventi territoriali e alle iniziative in cantiere, dovrebbe generare circa il 10% dei ricavi, determinando per il gruppo un contributo significativo in termini di valore della produzione e anche in termini di diversificazione dei canali di acquisizione della clientela.

Nel 2024 ci si aspetta una importante contributo anche della divisione di sviluppo software, che finalmente vedrà premiati gli sforzi nello sviluppo degli algoritmi di intelligenza artificiale applicati alla contabilità. Le performance raggiunte lasciano trasparire un significativo risparmio sui costi di registrazione contabile, un incremento altissimo della soddisfazione della clientela e la possibilità di scalare il numero di abbonamenti. Il fondatore della società Gianluca Massini Rosati ha ceduto i diritti di sfruttamento economico del libro “Fiscalmente Inattaccabile” Sperling & Kupfer, gruppo Mondadori, che si occuperà della pubblicazione e della distribuzione in Italia, permettendo al gruppo di guadagnare visibilità e promuovere i suoi servizi alle PMI.

La divisione fiscale nel mese di marzo 2024, ha condotto l’annuale tour di presentazione in 11 città italiane: Firenze, Bologna, Padova, Milano, Torino, Salerno, Roma, Bari, Cagliari, Palermo, Brescia attraendo un pubblico pagante di oltre 2.500 imprenditori e professionisti, in crescita rispetto alla precedente edizione del 47%, in target per acquistare i servizi offerti dalla società.

Altro fatto degno di nota è correlato alla tesoreria in criptovalute allocata dal Gruppo. Difatti, a gennaio 2022 Allcore aveva deliberato di destinare 1m della sua tesoreria in criptovalute optando per acquisti in “stable coin” . Solo nel corso dei mesi successivi e del 2023 la posizione di acquisto è passata verso Bitcoin e altre altcoin, arrivando ad impiegare circa 520.000€, che, grazie anche alla recente crescita di Bitcoin, che ha raggiunto tra l’altro i massimi storici nei primi mesi del 2024, oggi ha quasi raggiunto il controvalore di 1m di euro, evidenziando così una lungimiranza nella diversificazione delle somme in giacenza.

Infine, in data odierna il Gruppo Allcore ha annunciato di aver finalizzato l’accordo di acquisizione della società Gruppo Irec s.r.l., società operante nel settore del recupero crediti di cui sotto vengono esplicitati i termini dell’operazione.

ACQUISIZIONE DELLA MAGGIORANZA DELLA SOCIETA’ GRUPPO IREC S.R.L.

La Società comunica inoltre di aver sottoscritto in data odierna un accordo quadro vincolante di investimento e compravendita con la società Gruppo Irec S.r.l. (Gruppo Irec o la Target) e il socio fondatore Victor Ahmed Torres Khairredin avente a oggetto, da una parte, l’esecuzione di un investimento da parte di Allcore nel capitale sociale di Gruppo Irec e, dall’altra, (ii) la contestuale compravendita da parte della stessa Allcore di una partecipazione sociale detenuta dal socio fondatore (l’Operazione). Al perfezionamento dell’Operazione, Allcore deterrà una partecipazione di maggioranza nel capitale sociale della Target, pari al 51%.

Gruppo Irec è una PMI innovativa specializzata e autorizzata nel recupero dei crediti e nella gestione del credito. La società fornisce da oltre 30 anni supporto alle piccole imprese e partite iva a recuperare efficacemente i crediti inesigibili. Scelto da oltre 5.000 aziende e professionisti in Italia, è riconosciuta come la principale società di recupero crediti per le PMI italiane.

Sulla base dei dati gestionali non ancora approvati dagli organi sociali, al 31 dicembre 2023 Gruppo Irec evidenzia un valore della produzione di Euro 1,5 mln, un EBITDA di Euro 400 migliaia, corrispondente a circa il 27% del valore della produzione. Al 31 dicembre 2023 la società presentava inoltre una Posizione Finanziaria Netta di Euro 340 migliaia.

Con tale Operazione la Società si pone l’obiettivo di potenziare la crescita di Gruppo Irec, integrando nel ciclo produttivo algoritmi di intelligenza artificiale prodotti da Yuxme, nonché iniziative di cross-selling sul database di tutto il gruppo con l’obiettivo di incrementare sensibilmente ricavi e margini di questa nuova business unit già nel 2024.

Gianluca Massini Rosati, Presidente e Amministratore Delegato di Allcore, ha dichiarato:
«Siamo molto soddisfatti di aver finalizzato questa importante operazione di acquisizione, che rappresenta una tappa significativa nello sviluppo di Allcore come polo di riferimento a 360 gradi per i servizi alle imprese. L’ingresso di Gruppo Irec srl nel perimetro societario, ci permetterà di ampliare ulteriormente la gamma di soluzioni offerte ai nostri clienti, aggiungendo anche attività fondamentali, soprattutto in questo periodo storico, come le informazioni commerciali ed il recupero crediti. Si tratta della nostra seconda acquisizione da quando siamo diventati società quotata e testimonia la volontà del Gruppo di perseguire una strategia di crescita per linee esterne, che ci consenta di rafforzare il posizionamento sul mercato. Desidero ringraziare tutte le persone che hanno contribuito al buon esito di questa operazione e do il benvenuto ai nuovi colleghi di IREC, con i quali saremo impegnati a costruire sinergie sempre più efficaci a beneficio dei clienti. Proseguiamo con determinazione il nostro percorso di sviluppo industriale».

Victor Khaireddin, fondatore e Ceo di Gruppo Irec, ha commentato:
«Entrare nel Gruppo Allcore è senza dubbio una straordinaria opportunità di crescita e sviluppo per Gruppo Irec. Per la nostra società si moltiplicheranno le occasioni di business, ma soprattutto avremo la possibilità di confrontarci e apprendere da una delle realtà della consulenza aziendale più dinamiche e di successo degli ultimi anni in Italia. Sono sicuro che con questo passaggio riusciremo a sviluppare strumenti di gestione del credito sempre più professionali e performanti per i nostri clienti e a raggiungere tutti gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati e per i quali abbiamo lavorato duramente in questi anni».

TERMINI DELL’OPERAZIONE

L’accordo di investimento e compravendita relativo all’Operazione (gli Accordi Vincolanti) prevede che, al Closing dell’Operazione, come infra definito, Allcore effettuerà un investimento nel capitale sociale della Target finalizzato all’acquisizione di una partecipazione iniziale di minoranza, su base post money, pari a circa il 25,50% del capitale sociale. Il suddetto investimento sarà realizzato, subordinatamente all’avveramento di talune condizioni sospensive previste come da prassi per questo genere di operazioni, mediante la sottoscrizione da parte della Società di un aumento di capitale sociale di Gruppo Irec, inscindibile e a pagamento, riservato alla Società medesima e quindi con esclusione del diritto di opzione, per complessivi Euro 765.000, comprensivi di sovrapprezzo (l’Aumento di Capitale).

Contestualmente alla sottoscrizione e integrale liberazione dell’Aumento di Capitale, gli Accordi Vincolanti prevedono anche che sia perfezionata la cessione da parte del socio fondatore e di maggioranza della Target, e l’acquisto da parte della Società, di una partecipazione rappresentativa del 25,50% circa del capitale sociale della Società, a seguito dell’integrale sottoscrizione e liberazione dell’Aumento di Capitale (la Partecipazione), a fronte del pagamento di un corrispettivo provvisorio, in parte in denaro e in parte in natura, per complessivi Euro 765.000 (il Prezzo Provvisorio).

In particolare, una porzione del Prezzo Provvisorio, pari a Euro 510.500, sarà pagata in denaro secondo le seguenti modalità:

  • un importo corrispondente al 75% della suddetta porzione, pari a complessivi Euro 382.875, verrà corrisposta alla Data del Closing; mentre il restante importo, corrispondente al 25% della porzione in denaro, pari a complessivi Euro 127.625, verrà corrisposto entro la scadenza del 12° mese successivo alla Data del Closing, al netto (a mezzo di compensazione) di quanto eventualmente dovuto dal socio venditore ai sensi dell’aggiustamento del Prezzo Provvisorio.

Con riferimento invece alla parte in natura del Prezzo Provvisorio, pari a complessivi Euro 254.500, questa sarà invece corrisposta al socio venditore alla Data del Closing, tenuto conto anche della disponibilità di azioni proprie, mediante il trasferimento di un numero di azioni di Allcore aventi valore complessivamente pari al suddetto importo, valorizzate sulla base del prezzo medio ponderato per il volume di scambio registrato sul sistema multilaterale di negoziazione Euronext Growth Milan organizzato e gestito da Borsa Italiana nei 30 (trenta) giorni di mercato aperto precedenti alla Data del Closing (VWAP), fermo restando in ogni caso che le stesse non potranno essere valorizzate a un prezzo unitario inferiore a Euro 2,20.

Come da prassi per questo genere di operazioni, gli Accordi Vincolanti prevedono un meccanismo di aggiustamento in negativo post-closing della porzione di Prezzo Provvisorio corrisposto alla Data del Closing. L’aggiustamento prevedrà una procedura di controllo e ricalcolo della posizione finanziaria netta media della Target risultante tra la posizione finanziaria netta calcolata alla data del 2 aprile 2024 e la posizione finanziaria netta calcolata alla data del 2 maggio 2024.

Si segnala che l’esecuzione dell’Aumento di Capitale e il successivo perfezionamento della compravendita della Partecipazione avverranno in un unico contesto, davanti al medesimo Notaio.

Perfezionato il Closing, il restante 49% circa del capitale sociale sarà complessivamente detenuto dal socio fondatore di Gruppo Irec e da altri soci di minoranza attualmente presenti nel capitale. Specifici impegni di non concorrenza della durata di 5 anni a partire dalla data di perfezionamento dell’Operazione saranno assunti dal socio fondatore.

Le parti prevedono di pervenire al perfezionamento dell’Operazione – compatibilmente con l’avveramento delle condizioni sospensive previste dagli Accordi Vincolanti – entro il 15 aprile 2024 (il Closing).

Contestualmente al perfezionamento dell’Operazione saranno sottoscritti dei patti parasociali tra la Società e il socio fondatore Victor Ahmed Torres Khaireddin volti a disciplinare la governance di Gruppo Irec e la circolazione delle partecipazioni societarie. A tal proposito, saranno previsti, inter alia, impegni di lock-up a carico delle parti decorrenti dalla data del Closing, usuali clausole di tag e drag along, oltre a specifiche opzioni di acquisto e di vendita aventi ad oggetto la parte di capitale di cui sarà titolare il socio fondatore.

Al fine di concorrere il più possibile alla crescita di Gruppo Irec e mostrando fiducia nella crescita del Gruppo Allcore, gli Accordi Vincolanti prevedono, infine, che l’attuale fondatore Victor Ahmed Torres Khaireddin continui a svolgere, all’interno della stessa, una funzione strategico-direzionale anche successivamente al Closing dell’Operazione e, a tal riguardo, quest’ultimo ha assunto degli impegni di stabilità fino all’approvazione del bilancio di esercizio di Gruppo Irec al 31 dicembre 2028, decorrenti a partire dalla data del Closing, oltre a specifici obblighi di non concorrenza.

Si segnala infine che l’Operazione non rientra tra quelle significative ai sensi dell’art. 12 del Regolamento Emittenti Euronext Growth Milan (il Regolamento Emittenti).

Allcore è assistita nel contesto dell’Operazione da LCA Studio Legale per gli aspetti legali e per i profili capital markets, e da Thymos Business & Consulting in qualità di advisor finanziario, mentre Gruppo Irec e il socio fondatore Victor Ahmed Torres Khaireddin sono assistiti dallo studio legale JuLex Studio Legale per gli aspetti legali.

DIRETTA LINKEDIN

L’esposizione dei numeri 2023 approvati dal CdA e condivisione dei dettagli relativi all’operazione Gruppo Irec verranno illustrati in un incontro online su Linkedin, dedicato agli investitori, il 26 marzo 2024 alle ore 11.30 accessibile al seguente link:
https://www.linkedin.com/events/7176848926635941889/

Convocazione dell’assemblea

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di convocare l’Assemblea ordinaria degli Azionisti, per il giorno 24 aprile 2024, in prima convocazione e, ove occorrendo, in data 29 aprile 2024, in seconda convocazione agli orari e presso i luoghi che verranno comunicati nel relativo avviso di convocazione che sarà pubblicato con le modalità e i termini previsti dalla normativa e dai regolamenti applicabili. L’Avviso di Convocazione dell’Assemblea, che sarà pubblicato entro i termini di legge e di statuto, indicherà altresì le modalità di partecipazione all’adunanza assembleare. La documentazione relativa alle materie all’ordine del giorno sarà messa a disposizione del pubblico presso la sede sociale e sul sito www.soluzionetasse.com, alla sezione Investor Relations/Assemblee azionisti, nonché sul sito internet www.borsaitaliana.it, sezione Azioni/Documenti, nei termini previsti dalla normativa vigente.

Profilo Gruppo Allcore

Il Gruppo Allcore è nato nel 2016 e oggi è il punto di riferimento per la consulenza fiscale per le PMI in Italia, con un fatturato di oltre 40 milioni di euro e 450 tra dipendenti e collaboratori. Ogni giorno lavora per offrire a un costo sostenibile anche per le PMI gli stessi strumenti e le stesse soluzioni per la gestione e lo sviluppo aziendale normalmente nelle disponibilità economiche di grandi aziende e multinazionali. Allcore, oltre a Soluzione Tasse che ne è la divisione fiscale, dove un pool di professionisti specializzati con competenze complementari aiuta gli imprenditori e i professionisti a efficientare il carico fiscale, ha avviato Finera, che tramite un mediatore creditizio regolarmente iscritto OAM permette alle imprese di ottenere più credito, in minor tempo e a migliori condizioni, oltre a beneficiare di finanza agevolata ed entrare nella finanza straordinaria. Ha lanciato Quantico Business Club dove gli imprenditori hanno accesso a un luogo d’incontro fisico e virtuale per sviluppare il proprio network, condividere esperienze e know-how e venire a contatto con un team di consulenti strategici che gli consente di superare i limiti organizzativi e accompagnano le imprese nel percorso di crescita e sviluppo. Con Amyralia offre consulenza manageriale alle imprese e con Estensya offre una rete di business center sul territorio nazionale. A completare il gruppo c’è Yuxme, l’anima di sviluppo software, che ha creato la più potente intelligenza artificiale che automatizza ed efficienza il processo contabile delle PMI italiane riducendo i tempi di registrazione fino al 90%.

Per ulteriori informazioni:
Contatti

Investor Relation

Daniele Parretta
AllCore S.p.A.
Via San Gregorio, 55
20124 – Milano
Tel. +39 3938516891
investor.relation@allcore.it

Media Relation

Veronica Crippa
Via Cicco Simonetta, 19
2013 – Milano
Mob. 3475947907
v.crippa@allcore.it

Euronext Growth Advisor

Gianpiero di Perna
Alantra
Via Borgonuovo 16,
20121 – Milano
Tel. +393346267243
gianpiero.diperna@alantra.com

Chi siamo

Crediamo nel potere dell’innovazione.

Il nostro impatto

Crediamo nell’accessibilità della conoscenza.

Iscriviti per ricevere aggiornamenti via mail

Il nostro impatto

Crediamo nell’accessibilità della conoscenza. 

Per noi, ogni imprenditore dovrebbe avere la possibilità di avvalersi degli strumenti più avanzati e dei migliori consulenti, per colmare il gap che lo separa dai suoi obiettivi.

Finanza agevolata e  straordinaria, pianificazione fiscale, consulenza strategica, sono oggi strumenti ad esclusivo appannaggio delle grandi multinazionali, che hanno la struttura e i mezzi per accedere a piani di consulenza e formazione avanzati.

Ma il tessuto economico del nostro Paese è costituito principalmente da piccole e medie imprese, aziende spesso solide, durature, ma che non riescono a fare il grande salto perché chi le conduce è solo al comando, e non riesce a supervisionare ogni aspetto della gestione manageriale.

È da loro che dobbiamo partire, per far ripartire il nostro Paese.

Stiamo portando avanti una rivoluzione.

Abbiamo sviluppato un nuovo modello d’impresa, liquido nelle strutture ma solido negli obiettivi, che si avvale degli strumenti giusti, al momento giusto.

Il metodo Allcore non è un insieme di regole, è una nuova visione: un approccio data driven, un’analisi puntuale dei needs e dei punti di forza, una strada sicura verso gli obiettivi dell’azienda, da percorrere insieme con l’aiuto di consulenti specializzati ed esperti.

La rivoluzione di Allcore parte da te.